Nell'augurarvi una Felice Pasqua vi mostro, come anticipato ieri, il nostro albero di Pasqua.


E' una tradizione dell'Europa del Nord preparare con dei rami spogli o fioriti un alberello a cui appendere soggetti pasquali.
Io ho trovato solo dei rami spogli, ma così nudi non mi piacevano tanto, così ho preparato qualche fiorellino di carta velina. Le decorazioni sono quelle che ho fatto vedere nei giorni scorsi più una che ho aggiunto all'ultimo momento: un uovo di cartapesta modellato su un palloncino e fatto con tanta carta igienica e colla vinilica (Muciaccia di Art Attack sarebbe fiero di me!) e poi decorato con carta velina gialla e un nastro pasquale.
Ora torno a festeggiare.
Tanti auguri a tutti!

Come promesso, oggi vi faccio vedere cosa ho preparato per la tavola di Pasqua.
Questi cestini per gli ovetti di cioccolato sono di due tipi: uno è semplicemente una di quelle uova col filo che ho mostrato qui, che era venuta male: allora l'ho schiacciata e ha preso la forma di un cestino mignon. Oltre alle uova, ci ho messo dentro anche il pulcino fatto con gli scovolini che ho mostrato ieri.
Gli altri due, invece, sono fatti con le buste di carta del pane, una marrone e una bianca: ho tagliato le buste in modo da ricavarne un'unica lunga strisciolina, che poi ho avvolto sulla mano, mettendoci ogni tanto un po' di colla. E alla fine sono venuti fuori dei cestini che a me piacciono molto.

I coniglietti di cotone che ho fatto vedere ieri li ho usati per questa decorazione: il cestino è fatto con un panno che ricorda il tessuto tipo peluche ed è di un bel verde prato; le carote hanno un'anima di carta modellata più o meno a carota e poi ricoperta con carta crespa arancione, con, in cima, un ciuffetto di carta velina verde; le margheritine sono di carta velina.

E infine la decorazione che mi ha preso più tempo: un bel vaso di narcisi, accompagnati dal coniglietto-calzino e da un'altra carota. Per fare i narcisi ho usato i cartoni delle uova e ho seguito un po' il tutorial di Rosi Jo' (e i suoi sono moooolto più belli di questi) e un po' questo (in particolare per i petali il primo, mentre per lo stame e il gambo il secondo). Per fare il vaso ho usato un vasetto di yogurt da 500g che ho rivestito con carta velina e nastri vari; ho usato anche il coperchietto di plastica: ho fatto 3 buchi in cui ho fatto passare i narcisi in modo che stiano fermi nel vaso.


Volevo fare dei tutorial, almeno di alcune delle cose che ho preparato, ma non ci sono riuscita. Se qualcuno fosse interessato a qualcosa di particolare, non esiti a chiedere, spiegherò con piacere come si fa.
Domani ultima puntata: insieme agli auguri i mostrerò il nostro albero di Pasqua.
Ciao!

Vi volevo ricordare che oggi è la Giornata Mondiale della Terra, la Madre di tutti noi, che tanto ci dona e che trattiamo sempre peggio. Questo è il mio piccolo pensiero per lei, e in particolare per alcune creature meravigliose che la abitano, le farfalle. L'ho visto tempo fa in un libro, ma non mi ricordo più il titolo: è una mangiatoia per farfalle. Ho forato il fondo di un bicchierino dello yogurt e nel foro ho fatto passare un batuffolo di cotone in modo che fosse per metà dentro al bicchierino e per metà fuori. Poi ho riempito il contenitore con acqua e zucchero e intorno al cotone, sul fondo del bicchiere, ho attaccato dei petali ritagliati da una busta di plastica, in modo che ricordassero un fiore e attirassero le farfalle. Non l'ho ancora testato, ma lo farò nei prossimi giorni e vi dirò se funziona.



Ne ho fatto solo uno, ma, se funziona, ne voglio fare altri e diffonderli nella mia zona. E voi, cosa avete fatto per celebrare questa giornata?

Facciamo in modo che il motto RIDUCIAMO, RIUTILIZZIAMO, RICICLIAMO non rimanga solo un motto! Perchè tutti i giorni sia il Giorno della Terra!

Oggi ho un sacco di cose da mostrarvi: saranno tutti pulcini e soprattutto coniglietti, fatti con tanti materiali diversi, con un occhio al riciclo.
Pronti? Via!
Questo coniglietto è nato... da un calzino! L'idea non è mia, ma di Elsie Marley: serve solo un calzino, filo da cucire e imbottitura. Andate a vedere anche quelli che ha realizzato Claudia seguendo lo stesso tutorial.

Ho pensato di creare anche dei coniglietti morbidosi e per farlo ho usato quei batuffoli di cotone già colorati di rosa, azzurro e giallo ed ecco cosa è venuto fuori. A me fanno tanta tenerezza! Ho solo modellato un pochino i batuffoli e poi li ho incollati.

Dai tubi di cartone della carta igienica sono nati questo pulcino e questo coniglietto (mi sono ispirata a quelli di Amanda: io non ho usato scovolini, ma solo cartoncino).

Questo coniglio di cartoncino in 3 D è facilissimo da fare: basta ritagliare due sagome e incastrarle l'una nell'altra; le due sagome in realtà non sono uguali: una rappresenta il profilo del coniglio, l'altra il coniglio visto di fronte (spero si capisca dalle foto).



Ecco poi un altro coniglio e un altro pulcino fatti coi miei amati tappi di pastica e col cartoncino.

Questo pulcino invece è fatto con uno scovolino arrotolato su stesso, del cartoncino arancione per fare il becco e due puntine di colore acrilico nero per fare gli occhi.

E infine per decorare la testina del mio piccolo tornado umano, ho preparato queste orecchie da coniglio: il materiale è una specie di gommacrepla modellabile (si bagna, si modella e quando asciuga, mantiene la forma) e le ho attaccate a un piccolo cerchietto, che usavo quand'ero piccola. La testa nella foto è la mia, perchè ancora non mi è riuscito fargliele tenere addosso almeno il tempo di scattare una foto! Mi sa che alla fine le metterò solo io!

Domani voglio farvi vedere cosa ho preparato per decorare la tavola.
Ciao!

Oggi volevo mostrarvi per prima cosa alcune delle decorazioni pasquali che ho preparato per le finestre, usando i colori per window color, che a me piacciono moltissimo. Una volta asciutti, vengono fuori delle specie di adesivi che non hanno però bisogno di colla, ma si attaccano a specchi e finestre semplicemente appoggiandoli. La foto non è un granché, lo so, scusatemi. Per chi se lo stesse chiedendo , quella sullo sfondo è l'isola d'Elba, che si vede dalle finestre della casa dei miei suoceri (ebbene sì, stiamo ancora da loro! No comment... )

E ora vi mostro altre decorazioni per l'albero di Pasqua: ho preparato delle uova usando due tecniche diverse.
Per fare queste ho seguito il tutorial che trovate qui: servono solo un palloncino, colla vinilica e del filo colorato.

Invece per fare queste ho seguito lo stesso procedimento delle palline di carta di Natale, però invece di ritagliare cerchi, ho ritagliato delle uova.

Sono entrambe facilissime e veloci da fare e il risultato finale a me piace molto.
Domani vorrei riuscire a darvi qualche idea per fare pulcini e coniglietti con materiali vari. Ciao!

E' da un sacco che non pubblico un post...le giornate mi scivolano via fra le mani...ma oggi voglio rimediare e cominciare a mostrare cosa ho preparato per Pasqua. Spero poi di riuscire a continuare nei prossimi giorni, anche se ormai manca veramente poco.
Come prima cosa volevo farvi vedere cosa ho fatto insieme ad Enrico: lui si è divertito moltissimo a impiastricciarsi le mani coi colori e a togliersi dalle dita i fili della colla e io mi sono divertita a guardare la sua espressione entusiasta.

Questa è una colomba fatta con l'impronta delle sue manine.

L'idea per questa pecorella invece l'ho presa da qui: il corpo è fatta con l'impronta della manina e poi un bel po' di cotone per completare l'opera.

Poi ci siamo divertiti a timbrare con le patate: ne ho tagliata una a metà e l'ho rifinita un po' in modo che sembrasse un uovo e poi via col colore! Alla fine ci abbiamo aggiunto anche qualche ditata, sia di Enrico che mia.

Infine, l'ispirazione per quest'ultimo lavoretto l'ho presa da qui: il coniglietto e i pulcini sono fatti con le ditina di Enrico, mentre gli ovetti con le mie. Questi sono destinati ad abbellire l'albero di Pasqua, ma di questo ne parlerò in un altro post.
Ci siamo divertiti davvero tanto!
A presto!

Finalmente aria di primavera!
In realtà questa cornice l'ho preparata in autunno (è uno dei lavoretti di cui parlavo nel post precedente, quelli finiti da tempo, già consegnati e mai postati), però è molto primaverile. La combinazione fondo verde - fiorellini bianchi mi piace sempre moltissimo!
Dopo aver comprato la cornice in legno già sagomata a forma di carrozzina, ci ho messo un bel po' per decidere come decorarla, tanto per cambiare, ma alla fine sono stata molto contenta del risultato. E anche i genitori della bimba!
Ciao e a presto!

Related Posts with Thumbnails

Abbonati!

http://www.wikio.it

Campagna Nastro rosa contro il cancro al seno

Campagna Nastro rosa contro il cancro al seno
Controllarsi è importantissimo!

Sostieni anche tu Massi e la sua famiglia

Lettori fissi

About this blog

Se cercate creazioni perfette, elaborate e sciccose... avete sbagliato blog! ^_^ In questo piccolo angolo di web troverete creazioni per lo più semplici e veloci preparate usando tecniche diverse e con un occhio al riutilizzo dei materiali, perchè cerco sempre di dare una seconda vita alle cose. Troverete anche giocattoli, perchè mi piace vedere la faccia del mio bimbo che si illumina quando prende in mano un gioco fatto da me. E anche attivitá per bambini, suddivise in base all'età e liberamente ispirate al pensiero montessoriano.
In qualunque modo siate arrivati qui, spero vi troverete bene. Un commento è sempre gradito, ma se non vi va...grazie comunque della visita e tornate presto a trovarmi!

Le mie creazioni

Segnalato da

segnalato da pane, amore e creativita

Contavisite


visitante

Se lo ami, legalo

I blog per la sicurezza

Cancerogeni? No, grazie!

Cancerogeni? No, grazie!
Io boicotto i prodotti Johnson's baby

Giveaway vinto !!!!

Abbiamo partecipato anche noi !!!

partecipa al concorso io indosso pannolini lavabili, e tu?

Ho partecipato ...e ho vinto 2 premi !!!

Sostieni una mamma

Vai al sito di Sostieni una Mamma Sostieni il Futuro

Sostieni anche tu Save the Children

Save the Children Italia Onlus

About Me

La mia foto
Piombino, Livorno, Italy
31 anni, mamma, biologa, creativa nel (poco) tempo libero, dopo essere stata per 3 anni naufraga su di uno scoglio in mezzo all'oceano chiamato Faial, ora vivo in Toscana con il mio compagno e il nostro gn-ometto e cerco giorno per giorno la mia nuova strada.

Elenco blog personale

Se vuoi realizzare una bambola Waldorf, clicca qui

Progetti in corso

  • Cibo di feltro
  • Forno solare

Progetti nel cassetto

  • Booties

Earth Day 2010

Si è verificato un errore nel gadget